mercoledì 07 dicembre 2022 08.59 - data e ora ultima modifica

Maestro - Gemellaggio - Suban - Foto ricordo - Strumentisti - Storia - Cassetta - Compact Disk - Muggia - Film - Banfi - E-mail - Servola - Componenti -Suggerimenti -  Archivio foto on-line -Libro,25 anni uscite - Repertorio concerti - Repertorio sfilate - Foto recenti - Oktoberfest - Millstatt - Calendario uscite - Pancogole - Caricature - Attività - Operosi - Bandiste - Contattaci - Auronzo - Carnevale Lignano - Concerto di S.Nicolò - Pagina Home - Nave da crociera - Pagina del webmaster - Merano - Befana 2008

Tutte le informazioni inserite saranno considerate strettamente confidenziali               

 

e sempre nel rispetto delle regole di riservatezza e di sicurezza previste dalla legge.

   I Vostri dati saranno trattati in base a norma del Decreto Legge n. 108 del 10 agosto 2018                                      

                                                       

     I dati non saranno divulgati ad altri o diffusi in alcun modo ne ceduti a terzi se non chiedendole espressamente il consenso                                                

                          Per qualsiasi ulteriore informazione riferita a questo argomento la preghiamo di contattarci      

Nel sito della Banda Refolo non ci sono dati sensibili ai sensi del Decreto Legge n.108 del 10 agosto 2018
  REFOLO: colpo di vento
                                                                                           Stai visitando......        

Refolo: colpo di vento breve ed impetuoso. Folata, raffica. Così leggiamo sul"Piccolo Palazzi"consueto vocabolario per parole inconsuete. Per i non triestini è un pò difficile capire che cosa sia un refolo. Ma chi con la bora ha incontri periodici, vi saprà quantomeno spiegare a gesti che cosa sia un refolo.
Quando la bora scende impetuosa dal Carso triestino e si incunea nelle vie cittadine, il refolo prende corpo, si gonfia, spinge, urta, lotta con l'incauto passante tentando di sommergerlo, di togliergli l'equilibrio, di portarlo con sé.
Se trova resistenza preme ancora di più, si mette in gara e ti porta al punto critico: a questo punto c'è da chiedersi "chi vincerà?". Ma il refolo, che gioca come un qualsiasi mulo triestino, a un certo momento molla la presa e ti lascia cadere in avanti.
C'è anche il refolo leggero, quello delle giornate di borino. E' uno sbarazzino, un ragazzetto che ti accarezza o ti da un leggero buffetto, così per celia. Il refolo di borino ti innalza e ti fa ricadere ma sempre con dolcezza, che scherza ma con mano leggera.
C'è il refolo cattivo, figlio della bora nera, un vero "teddy boy" che non si ferma davanti a nulla, che sa anche farti male. Ma è raro incontrarlo, per nostra fortuna. C'è un refolo. Anzi ci sono tanti "refoli". Ma...c'è una sola "REFOLO" e racchiude in se le caratteristiche della bora di cui è figlia adottiva. E' una banda che sa accarezzarti, schiaffeggiarti, sollevarti, dolcemente o aspramente.
Il refolo di bora e la  "Banda Refolo": due aspetti dell'immagine della nostra città, due facce indissolubili dello spirito che ci anima.

                                                                                                                                   RUGGERO  PAGHI
 

horizontal rule

                                  Contatti urgenti con i responsabili della" Banda Refolo"

Presidente:studioedyaltin@alice.it          Webmaster:adrisax@libero.it       

           Maestro:benollif@tiscali.it    Per il segretario e responsabile del sito: cell. 334.2225040 

                                

horizontal rule

                                                       

Aggiunto motore di ricerca " Google "                                   
ARRIVEDERCI: Il sito verrà aggiornato periodicamente, quindi tornate a visitarci.
                                                  
  Profilo del webmaster del sito della Banda Refolo